CARTA DEI SERVIZI

 

Con questo documento ci si pone l’obbiettivo di dare informazioni riguardanti la Casa dei Bambini “La casa di Titto” a metodo pedagogico Montessori, bilingue.
 

La carta dei servizi è ai termini di legge indispensabile per fa sì che le strutture eroganti servizi educativi alle persone possano essere accreditate.


L’obbiettivo è quello di informare i fruitori del servizio in modo trasparente rispetto i loro diritti, le modalità di accesso, l’erogazione e la tutela del servizio ponendosi obbiettivi e verificandone l’effettivo raggiungimento.

Dalla carta dei servizi l’utente potrà evincerne: il programma educativo, l’organizzazione della giornata tipo, com’è organizzato il servizio in tutte le sue sfaccettature di funzionamento.


Per la Casa dei Bambini “La casa di Titto” la soddisfazione dell’utente è fondamentale per questo motivo siamo a disposizione ad accogliere qualunque suggerimento ed eventuali reclami per far in modo che il servizio sia sempre garantito al meglio.

Secondo il Decreto Presidenza Consiglio dei Ministri (DPCM) del 27.01.1994, i servizi pubblici devono ispirarsi ai seguenti principi fondamentali quali eguaglianza, continuità, diritto di scelta, imparzialità, efficienza, efficacia e partecipazione.

 

NORMATIVE

Il servizio la Casa dei Bambini “La casa di Titto” si ispira al totale rispetto dei diritti del bambino così come sono espressi nella Convenzione sui Diritti dell’Infanzia approvata dall’ONU nel 1989. Nello specifico tale Servizio contribuisce al conseguimento degli obiettivi di tutela della salute (art. 24), di sviluppo psicologicamente equilibrato (art. 29), di rispetto del diritto all’espressione (art. 13) e al gioco dei più piccoli (art. 31).
 

La Casa dei Bambini “La casa di Titto” è inoltre regolamentato dalle seguenti leggi:

 

  • Legge Regionale 1/1986 “Riorganizzazione e programmazione dei servizi socio assistenziali”

  • Legge 285/1997 “Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza”

  • Legge Regionale 23/1999 “Politiche regionali per la famiglia”

  • Piano regionale socio assistenziale

  • Legge Regionale 1/2000 “Riordino del sistema delle autonomie in Lombardia”

  • Decreto legislativo n° 267 del 18/8/2000 “T.U. Ordinamento degli Enti locali”

  • Legge 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”

  • Decreto Presidenza Consiglio dei Ministri del 14/2/2001 “Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni socio sanitarie”

  • Legge Costituzionale n° 3 del 18/10/2001 “Modifica al titolo V della parte II della Costituzione”

  • Deliberazione Giunta Regionale 20588/2005 “Definizione dei requisiti minimi strutturali e organizzativi di autorizzazione al funzionamento dei servizi sociali per la prima infanzia” e successive modifiche.

LA STORIA DELLA CASA DI TITTO
 

“La casa di Titto” è la Casa dei Bambini (3-6 anni) con SEZIONE  PRIMAVERA (dai 24 ai 36 mesi)  a metodo Montessori, dove ci si può sentire a casa… L’ambiente a misura di bambino è sicuro, confortevole, pratico e corrisponde alle loro esigenze. Inoltre presso “La casa di Titto” si può partecipare a innumerevoli corsi e incontri per bambini e genitori, organizzati con figure professionali qualificate.

 “La casa di Titto” nasce da una mamma e  dalla sua passione per  il metodo pedagogico Montessori,  dal credere fermamente nel principale concetto della scienziata, medico e pedagogista Maria Montessori che individua attraverso differenti piani di sviluppo, l’obbiettivo ultimo di un nuovo profilo d’adulto, definito come “L’UOMO NUOVO”, ovvero colui che non sarà mai più la vittima degli avvenimenti, ma avrà la chiarezza necessaria per dirigere e plasmare il futuro della società umana dunque un “Uomo di Pace”.

 “La casa di Titto” inoltre, nasce dal bisogno di rispondere alle mille domande che  “frullano” in testa alle mamme, dalla voglia di scambiare pareri con altre mamme senza sentirsi “giudicate” e dalla necessità di avere pareri concreti da specialisti che hanno studiato apposta per rispondere a questi “perché”.

 

RAPPORTO CON LE FAMIGLIE

La nostra prerogativa è mantenere con le famiglie un rapporto diretto e limpido, la disponibilità e la cortesia sono alla base del servizio che offriamo. Su appuntamento è possibile fissare dei colloqui durante i quali si esplicheranno alle famiglie i progressi e le attività proposte ai loro figli. Quotidianamente il genitore può consultare delle schede nelle quali si evincono gli avvenimenti più importanti della giornata e dalle quali si possono comprendere anche i temi importanti quali il cambio e l’alimentazione.

 

PROGRAMMA EDUCATIVO

Maria Montessori aveva distinto quattro periodi di sviluppo umano dalla nascita ai sei anni, parte del periodo di cui ci occupiamo, dai sei ai dodici anni, dai dodici ai diciotto anni e dai diciotto ai ventiquattro anni.

Nel primo livello Maria Montessori constatò che il bambino ha uno sviluppo psicofisico significativo e veloce, il bambino è definito come “un esploratore sensoriale e uno studente impegnato nello sviluppo psicologico di auto-costruzione della propria indipendenza funzionale”. Su questo concetto si basa il programma educativo adottato presso la Casa dei Bambini “La casa di Titto”. Il bambino è lasciato libero di muoversi all’interno dell’ambiente definito Maestro, gli ambienti risponderanno all’esigenza legata a questo periodo sensibile fornendo così gli strumenti idonei per dare al bambino l’opportunità di fare un’esperienza di crescita con l’obbiettivo di avere uno sviluppo ottimale.

L’ambiente proposto al bambino è preparato, a sua misura a seconda dell’età e permette al bambino stesso di sviluppare l’autonomia in tutte le aree guidato dal suo “Io Maestro”. Le caratteristiche adottate all’interno dell’ambiente sono: costruzione in proporzione al bambino e ai suoi reali bisogni, armonia e bellezza estetica, ordine, pulizia e cura dell’ambiente, limitazione degli strumenti e spazi che facilitano il movimento e le attività.

Il bambino sceglie i materiali seguendo il suo interesse spontaneo, sviluppando così naturalmente l’auto educazione e l’auto controllo.

Inoltre all’interno del programma educativo abbiamo inserito attività di vita pratica, alla base della pedagogia Montessori, ispirati alla nostra quotidianità e alla nostra cultura, ma adattati al bambino che si ritengono fondamentali per lo sviluppo della concentrazione, la coordinazione e l’autonomia.

 

ESEMPIO DELL’ ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA PRESSO “LA CASA DI TITTO”

Dalle ore 8.30 alle ore 9.00: I genitori possono dare in custodia i loro bambini alle educatrici, se gradiscono nello spazio organizzato per l’accoglienza possono soffermarsi tutto il tempo gradito per concedersi del tempo prima del saluto e dell’augurio di buona giornata.

Le educatrici propongono ai bambini delle attività lasciando la libertà di scelta. La libertà di scelta, ovviamente guidata, è alla base del modello pedagogico Montessori utilizzato all’interno de la Casa dei Bambini “La casa di Titto” e lascia tempi e modalità liberi al bambino per far sì che la concentrazione non venga mai interrotta.

Le educatrici presentano a piccoli gruppi i materiali e il corretto utilizzo in modo tale che il bambino sia autonomo nell’utilizzo.

I temi trattati sono:

VITA PRATICA: necessaria per lo sviluppo della cura e il rispetto di sé, dell’ambiente e degli altri con il fine di esercitare la motricità fine ed il controllo della mano.

PSICOARITMETICA: affronta i temi legati all’ambito logico matematico, come il sistema decimale, la composizione dei numeri.  

IL LINGUAGGIO: affronta i temi legati all’ambito della psico-grammatica preparando il bambino alla lettura e scrittura.

EDUCAZIONE SENSORIALE: utilizzando materiali che sviluppano i sensi i bambini possono imparare a distinguere, classificare e generalizzare forme, colori e dimensioni.

EDUCAZIONE COSMICA: che tocca i temi inerenti alla geografia, zoologia e botanica mettendo il bambino nella concezione del mondo che li circonda incuriosendoli.

Verso le ore 10.00 si effettua con i bambini l’attività della preparazione della merenda, attività di vita pratica nota nel metodo Montessori, molto complessa che regala grande soddisfazione durante e al raggiungimento dell’obbiettivo.

Alle ore 11.15 i bambini incaricati si occuperanno dell’apparecchiatura. Attività di vita pratica nota nel metodo Montessori che prevede un capo mensa, due- tre camerieri seguiti da un educatore.

Alle ore 12.00 circa viene servito il pranzo, tenendo assolutamente conto di eventuali allergie o intolleranze rispettando tutte le normative e i requisiti Asl. Al termine del pranzo i bambini riordinano l’aula e sparecchiano.

Dalle ore 12.30 alle ore 13:00 è prevista la prima uscita

Per i bambini che rimangono presso la Casa dei Bambini ci si sposta nella stanza dedicata al riposo dove con la giusta atmosfera viene conciliato il momento del riposo per chi ne necessita.

Alle ore 15.45 viene proposta la merenda e successivamente i bambini sono liberi di concentrarsi nell’attività che vengono suggerite dall’educatrici per la fascia pomeridiana

Alle ore 16.30 è prevista la seconda uscita

 

STRUTTURAZIONE DEL SERVIZIO

L’AMBIENTAMENTO verrà definito secondo l’esigenza di ogni singola famiglia e valutato con le educatrici, verranno rispettate le abitudini e le tempistiche di ogni singolo bambino così da far in modo che il distacco sia il più graduale possibile e l’ambientamento presso la Casa dei Bambini “La casa di Titto” risulti un momento di grande curiosità e scoperta.

proponiamo il modello d'ambientamento Svedese, verranno seguite le famiglie in questo percorso e in maniera graduale verrà proposto al bambino di vivere la quotidianità, all’inizio insieme al genitore per tre giorni per tutta la durate del tempo della permanenza presso "La casa di Titto". Dal quarto giorno, vedendo il bambino pronto e sereno, gli sarà proposto di svolgere le attività senza la presenza del genitore. In questo modo il genitore vive in prima persona la quotidianità con il proprio figlio per tutti e tre i giorni. Il bambino acquisisce in tre giorni familiarità con ambienti e materiali . L'educatore si dedica completamente ed entra in contatto con il genitore e il bambino acquistando familiarità e fiducia.

 

ORGANICO DELL’ASILO

Lo staff della Casa dei Bambini “la casa di Titto” è composto dalla Direttrice/Proprietaria (presente in struttura e disponibile a colloqui con le famiglie su appuntamento), la coordinatrice ( in possesso di titoli di studio idonei a tale mansione) le educatrici (formate dall’Opera Nazionale Montessori e in possesso dei requisiti e titoli di studio idonei) e addetta alle pulizie.

 

 

ISCRIZIONE

Dopo la visita presso la struttura e il colloquio con le famiglie si potrà procedere all’iscrizione in via telematica o personalmente. La Casa dei Bambini può accogliere un massino di 10 bambini nella sezione primavera e 24 bambini nella casa dei bambini. La decisione di revoca del servizio deve necessariamente essere comunica presso la segreteria entro 20 giorni prima della data del ritiro.

 

NORMATIVE SANITARIE

È necessario informare tramite certificato medico circa eventuali allergie o intolleranze.

Inoltre si comunica che il personale, monitorando eventuali manifestazioni di malessere del bambino è tenuto ad avvisare le famiglie che provvederanno al ritiro del bambino nelle specifiche eventuali situazioni di: dissenteria (più di tre scariche durante un tempo di circa tre ore), vomito (episodi ripetuti durante la giornata e ritenuti sospetti) macchie diffuse ed eruzioni cutanee non attribuibili a patologie già note, congiuntivite, temperatura ascellare superiore a 38,5°. Il rientro del bambino è previsto in asilo solo dopo essere completamente guarito secondo le indicazioni mediche.

Non è prevista la somministrazione di farmaci, il personale non è autorizzato se non solo ed esclusivamente sotto prescrizione medica consegnata personalmente dalla famiglia del minore nella quale viene indicata la posologia e la modalità di somministrazione.

 

ASSENZE

Devono necessariamente essere comunicate, in qualsiasi caso, telefonicamente entro le ore 9.00 della mattina stessa.

ORARI E GIORNI DI APERTURA

La Casa dei Bambini “La casa di Titto” è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 16:30 con servizio di pre-scuola dalle ore 7.30 alle ore 8.30 e post-scuola dalle ore 16.30 alle ore 17.30 (solo al raggiungimento di sette iscrizioni).

Offre il servizio dal mese di settembre al mese di luglio, rispettando le chiusure di festività da calendario.

 

I PASTI

Il catering esterno fornirà i pasti (menù esposto) seguendo le normative sanitarie e seguendo le preferenze etico/religiose della famiglia.

 

RETTE

Gli importi delle rette sono consultabili negli appositi tariffari e andranno necessariamente saldate entro e non oltre il giorno 10 di ogni mese. E’ possibile saldare presso la segreteria o mezzo bonifico richiedendo il codice Iban direttamente alla segreteria.

 

AMBIENTI